Il libro: Vela e basta

Presentazione

Difficile fare una sorta di presentazione di un libro senza averlo letto - ed io non l'ho ancora letto - ma sono certo che chi affronterà questa lettura non resterà deluso. In queste pagine, il lettore potrà trovare l'essenza della Mini Transat e potrà conoscere a fondo anche i Mini 6.50, le fantastiche barche con cui si corre questa regata.

Maurizio, oltre ad essere un tipo avventuroso, è anche una persona sincera, caparbia, agonista e molto umana. Ama la sua famiglia, per la quale spende tutto il tempo possibile, ma si è ammalato di Mini ed è riuscito a realizzare un sogno che, con molta probabilità, contagerà di Minimania anche voi.

Quando parliamo dei suoi futuri progetti, Maurizio precisa sempre: "Quello che ho vissuto con i Mini e nell'ambiente umano che li circonda mi ha dato emozioni che non ho mai vissuto in altri ambiti".
Posso garantire che è sincero; infatti, nonostante abbia venduto il suo Mini, continua a frequentare la Classe Mini 6.50 italiana.

Avrete modo di capire, attraverso la sua esperienza, come si possa solcare il Grande Blu con il massimo rispetto, preparandosi adeguatamente, affrontando le fatiche che richiede e godendo delle fantastiche emozioni che una grande avventura come questa lascia per tutta la vita.

Gianluca Pantuso
Presidente Classe Mini 6.50 Italia

 

Errata corrige

Segnalo alcuni errori presenti sul libro
  • In terza di copertina: Maurizio incontra la vela nel 1997 e non nel 2004.
  • Pag 81: L'interlocutore di Maurizio alla radio VHF è Andrea Caracci e non Andrea Pendibene
  • Pag:85: Dopo 9 (non 7) giorni di silenzio radio Maurizio sente la voce di Andrea Pendibene. La barca di Andrea era soprannominata Twingo e non Tingo

Design provided by Free Web Templates - your source for free website templates
}